Blog - giancarloweb.it

Vai ai contenuti

Come aumentare le visite sul tuo sito

giancarloweb.it
Pubblicato da in Tutorial · 26 Agosto 2019
Tags: piùvisitealtuositoSEOAdWords
come aumentare le visite al tuo sito

Come aumentare le visite sul tuo sito
E’ una frase che spesso troviamo in rete, solitamente viene associata a siti di specialisti e guru del SEO. Molti di essi promettono miracoli e naturalmente, il più delle volte, sono a pagamento.  Negli ultimi anni le agenzie di marketing e SEO Specialist si sono moltiplicate a dismisura, ma bisogna fare molta attenzione, spesso non è tutto oro quello che luccica. In rete troviamo molte dispense in merito, alcune troppo tecniche, altre dopo una prima parte invitante, ti obbligano a lasciare un tuo contatto per (forse) proseguire ed approfondire.  Ma come trovare consigli e indicazioni efficaci e utili per migliorare la visibilità del proprio sito? Potremmo dire che è quasi come lanciare i dadi e sperare in un buon risultato?
 
Credo di no, basta attenersi e rispettare delle semplici regole per avere una pagina web appetibile per i motori di ricerca, ottimi contenuti, meglio se originali e non scopiazzati, keyword che abbiano una coerenza con il contenuto scritto e scelte con un certo criterio.
 
Esistono molti altri fattori da tenere in considerazione: nel presente articolo ho raccolto i punti che io ritengo fondamentali in base alla mia esperienza per una corretta indicizzazione SERP. Vorrei, però, mostrarvi anche le tecniche utilizzate da due dei professionisti più acclamati del settore.
 

Meta Title
Cerchiamo di capire cosa sono e come vengono utilizzati sui motori di ricerca questi tag; diamo uno sguardo all’immagine sottostante presa da una ricerca fatta su Google (Snippet Google)
Snippet Google
Come vedete sopra, la prima riga è formata dal titolo del sito ed a seguire il titolo della pagina (in questo caso la index); l’elemento più importante della pagina web è probabilmente il Tag Title, in quanto si tratta di informazioni rapide sui contenuti e per questo vi consiglio di pensare bene a questo TAG dato che serve a Google per capire il tema trattato sulla pagina, meglio ancora se contiene keyword.

 
Vediamo alcuni consigli per la Tag Title:
  • Non deve superare i 65 caratteri altrimenti Google taglia i titoli.
  • Le keyword a sinistra hanno più rilevanza delle altre.
  • Evitare il keyword Stuffing, cioè non esagerare con le parole chiave.
  • Non inserire termini generici tipo “Home” o “Untitled Document”.
  • Inserire un Tag Title diverso per ogni pagina.         
 

Meta Description
Snippet Google  
La Meta Description è una descrizione dell'argomento trattato sulla pagina, non ha la stessa rilevanza della Title Page a livello di indicizzazione in quanto non ha un impatto diretto sul posizionamento, ma è comunque consigliabile inserire nel testo le Keyword in modo intelligente ed è importante che la descrizione sia realizzata in modo da attirare il visitatore inducendolo a cliccare per approfondire l'argomento a cui è interessato.
 
La Meta Description ottimale dovrebbe avere una lunghezza tra i 150-160 caratteri, il testo oltre al numero di caratteri consigliato non viene mostrato da Google.
 
La Description deve essere informativa ed invitante, possibilmente includere le informazioni più utili inerenti alla pagina, in modo d'aiutare gli utenti a capire se questa è rilevante per ciò che stanno cercando.
 
 
I Contenuti Della Pagina
Contenuti Della Pagina
I contenuti di buona qualità consentono al visitatore di conoscere la tua attività o i servizi offerti e di valutare la tua competenza; fornire informazioni di qualità ed aggiornate piace anche ai motori di ricerca.
 
Oltre a contenuti di qualità, occorre ricordarsi di inserire con intelligenza, nel testo, le Keyword, le stesse che inseriremo nell'apposito tag della nostra pagina; questo ci permette d’avere una coerenza fra le Keyword ed il contenuto della nostra pagina, fattore molto importate per una corretta indicizzazione.  
 
Attenzione a non eccedere, evitate il Keyword Stuffing, cioè evitate di imbottire la vostra pagina di parole chiave, anche con stratagemmi o con keyword nascoste con codice in quanto rischiate fortemente di essere penalizzati dai motori di ricerca.

 
La scelta delle Keyword
La scelta delle giuste Keyword è il passo più importante nell'attività di indicizzazione di un sito web. Non è facile scegliere le parole giuste, evitiamo quelle troppo generiche e quindi molto utilizzate poiché rischiamo di cadere in mezzo alla ricerca di migliaia di pagine con la stessa parola chiave.
 
Un altro errore che spesso viene commesso è non valutare correttamente la competitività che ha una Keyword sui motori di ricerca e di conseguenza essere penalizzati da un non soddisfacente posizionamento durante la ricerca.
neilpatel
 
Proviamo a fare un semplice esempio sulla competitività della parola chiave scelta: ipotizziamo di essere una agenzia immobiliare a Bologna. Se noi scegliamo la parola chiave “casa” o “comprare casa” non va bene in quanto troppo generiche, i primi che usciranno dalla nostra ricerca saranno i siti con un budget ed un peso maggiore, nomi storici nel campo immobiliare, difficile competere con questi, quindi il consiglio è quello di focalizzare le parole chiave con più termini, per scremare il troppo generico. Probabilmente, se io dovessi cercare casa a Bologna, digiterei “Agenzia Immobiliare a Bologna” oppure “case in vendita a Bologna”.
 
Possiamo utilizzare dei tool che ci aiutano a valutare l’efficacia delle nostre scelte: uno su tutti è quello di Google, il famoso Keyword Planner https://ads.google.com/intl/it_it/home/tools/keyword-planner/
 
Altro tools molto valido è quello di Neil Patel  https://neilpatel.com/it/  (È un autore di best seller del New York Times. Il Wall Street Journal lo definisce uno dei migliori influencer sul web, Forbes afferma di essere uno dei primi 10 marketer e Entrepreneur Magazine afferma di aver creato una delle 100 aziende più brillanti. Fonte neilpatel.com)
 
 
Il metodo di Brian Dean (Uno dei maggiori esperti al mondo di SEO)
“Le parole chiave sono come una bussola per le tue campagne SEO: ti dicono dove andare e se non si sta facendo progressi.
In realtà, la ricerca di parole chiave è proprio la ricerca di mercato per il 21 ° secolo.”
 
Ma veniamo alle sue teorie su come cercare le parole chiave che hanno naturalmente un reale fondamento confermato dai suoi successi; prendiamo l’esempio che vi ho proposto prima e cioè “comprare casa”. Uno dei metodi indicati da Brian Dean per trovare le parole chiave più ricercate è quello di utilizzare i suggerimenti di Google o Youtube: digitiamo la nostra keyword sul campo di ricerca per vedere cosa vi suggerisce Google Suggest.
Google Suggest
 
Se trovate una coerenza, queste sono parole chiave di grande impatto da aggiungere alla vostra lista.
Un altro suggerimento intelligente di Brian Dean per trovare le parole chiave è quello di controllare le “Ricerche correlate a” in fondo ai risultati di ricerca di Google.
Google Suggest
Quindi non c'è bisogno di indovinare se sono o non sono popolari. Google ci sta letteralmente dicendo: “Tonnellate di gente cerca queste parole chiave”.
 
Suggerimento: - Cliccare su una delle “Ricerche correlate a” parole chiave. Poi, scorrere fino alla fine di tali risultati. Questo vi darà un nuovo elenco di parole chiave correlate. Ripetere l'operazione per tutte le parole chiave delle "Ricerche correlate a"-.

Vi voglio linkare un articolo che mi è sembrato molto interessante e ricco di spunti, tratta l’importanza della scelta delle Keyword https://www.spindox.it/it/blog/keyword-seo-strategy-come-creare-lista/
 
 
Ubersuggest: questo tool genera suggerimenti di parole chiave dalle ricerche di Google; inoltre esso espone anche i dati di ogni parola chiave come il volume di ricerca, CPC, difficoltà di parola chiave e altro.

Ubersuggest

Bene, ora che si dispone di un elenco di parole chiave, come si fa a sapere quale scegliere?
 
Purtroppo, non c'è lo strumento che ci dirà: “Questa è la parola chiave migliore della nostra lista”. È necessario analizzare ogni parola chiave sulla base di una manciata di nostri fattori, quindi non ci resta che scegliere la parola chiave che risulta la migliore e più efficiente per il nostro business.
 
Un altro metodo furbo per reperirle è quello di trovare le parole chiave con cui si posizionano i tuoi concorrenti, ma non tu; quindi perché non utilizzare quelle degli annunci a pagamento che sono in cima alla SERP?
 
Procediamo semplicemente seguendo questi tre passi:
1: Cerchiamo gli annunci AdWords e troviamo le chiavi di ricerca inerenti alla nostra attività su cui vogliamo posizionarci.
2: Utilizziamo le parole e le frasi presenti negli annunci di AdWords nei nostri Title e Description Tag.
3: Risultato, otterremo più click e ci posizioneremo più in alto nella SERP.
 
Il metodo proposto da Brian Dean sfrutta il potere della pubblicità su AdWords senza spendere un soldo in annunci a pagamento. Direi, non male!

 
Ho Bisogno Subito di Risultati
Abbiamo visto come ottimizzare in modo efficace le nostre pagine, come reperire le Keyword più efficienti in base al nostro business e come adattarle alle nostre esigenze; tutto questo ci consentirà, con le dovute tempistiche, di recuperare posizioni nella pagina dei risultati del motore di ricerca (SERP).
 
Poco tempo fa, ho ricevuto una telefonata, la titolare di un’azienda di servizi matrimoniali aveva investito diversi soldi tramite un’agenzia di Marketing e SEO Specialist per avere clienti e cercare di essere ottimamente posizionata sulla SERP.
 
All’inizio la situazione non sembrava così male, ma purtroppo, con il passare dei mesi, il tutto è precipitato. In breve, la sua azienda si è ritrovata con pochi contatti e con la mancanza di nuovi clienti. Disperata, mi ha chiesto come posso rimediare in fretta a questa situazione.
 
Anche se estremamente efficaci, le tecniche che ho descritto sopra, per essere a regime, devono adeguarsi alle tempistiche dei motori di ricerca e quindi quale è un’alternativa che mi possa dare risultati immediati?
Risultati Immediati

Le campagne autogestite di AdWords abbinate ad una Landing Page efficace, credo possano essere una valida soluzione. Non occorre spendere grosse cifre per una campagna AdWords; investire qualche euro al giorno dovrebbe essere più che sufficiente. Per chi non conosce tale servizio, queste non sono altro che le campagne pubblicitaria di Google. Se facciamo una ricerca, ad esempio “wedding planner”, i primi siti in cima al SERP sono gli annunci che, come vedete nell’immagine sottostante, hanno appunto la dicitura “Annuncio”
Google annunci

Creare un “Annuncio” efficace su AdWords non è così complicato, io consiglio di cimentarsi da soli ma non di improvvisare.  Consultate i molti tutorial disponibili in rete per capirne il corretto funzionamento.
Ho trovato un video molto utile che voglio proporre sul mio Blog . Esso spiega in modo semplice come creare una campagna annunci:

 
Una campagna AdWords abbinata ad una Landing Page efficace, è capace di convertire le visite in contatti. La strategia migliore è quella di spiegare la nostra offerta in modo interessante, coinvolgente e progressivo, cercando di creare fiducia riguardo alla nostra proposta. Troverete informazioni più dettagliate consultando l’articolo del mio Blog dedicato appunto alle Landing Page.

 
Link Utili per Approfondire




(articolo aggiornato al 26/08/2019)

 
 



Nessun commento
© 2019 giancarloweb.it by Bartolini Giancarlo | P.IVA 02540520398
Torna ai contenuti